.

venerdì 30 dicembre 2016

Serata Speciale con amici Speciali a vedere: Miss Peregrine La Casa dei Ragazzi Speciali


Bella serata quella che da pochi minuti è termina.
Prima al Cinema con Don, Giovanni- Silvia e il loro bellissimo ometto Pietro. Per iniziare la serata una buonissima pizza, la mia era veramente squisita sembrava quasi che il pizzaiolo mi avesse letto nel pensiero. Adoro la pizza sottile croccante avevo preso: pomodorini , mozzarella con " giro di olio finale piccante " e pensate un po' la pizza mi è arrivata proprio così. Forse ho poteri di telepatia?
Scherzi a parte dopo una buona cena a base di pizza per tutti, siamo andati al cinema a vedere: 

Miss Peregrine La Casa dei Ragazzi Speciali, regia di  Tim Burton. Vi dico subito che la pellicola ci è piaciuta molto , bella trama ottima location begli gli effetti speciali , in parole povere un bel Fantasy da non perdere sul grande schermo. Dopo il cine io e il Don siamo andati a guastarci una buona birra scusa in un Pub.
Bella serata e domani arriva il nuovo anno.

Am

giovedì 29 dicembre 2016

Fine 2016 l'amore trionfa sempre; due risate da Calò e Felicia.

( in foto da sinistra a destra : IL DON, IO, MATTEO ) 
A parte il titolo del post, diciamo molto scherzoso..

Siamo tre scapoloni, suppongo...

perché non mi piace fare domande agli amici, la loro vita sentimentale appartiene a loro e non " alla Piazza ", così anche per la mia, sia ben chiaro.
Ciò nonostante, d'istinto capisco che anche l'amico Teo e Don , forse in amore hanno un po' sofferto.
Però a dispetto di  questo, si va avanti a vivere, cercando di essere felici, sereni e con quella voglia di ridere , scherzare e credere che il futuro sarà sempre migliore.

Lo scatto, molto bonario riassume la serata di ieri sera presso la pizzeria di Calò e Felicia, ridendo e scherzando... Ogni tanto commentavamo qualche video che a vicenda abbiamo ricevuto su WhatsApp che poi l'uso che fanno gli uomini di WhatsApp è tutto un programma, diciamo in parole povere che grandi protagoniste sono le DONNE... Se non si scherza un po' che vita sarebbe...
Tra una risata e l'altra è arrivata la pizza.
Eh che Pizza !
Gnam gnam .

Am

martedì 27 dicembre 2016

RIP. GEORGE MICHAEL Un tuo ricordo dagli anni '80


Da poco passata la mezzanotte...

Stanotte vado a letto ascoltando la stupenda " Jesus To A Child " con la voce di George Michael che ci avvolge, ci coccola, ci culla nel freddo di una notte di fine dicembre!
E ancora una volta un pensiero a Micheal spesso presente nelle " cassettine " che eravamo soliti fare, o meglio duplicare, o meglio registrare dallo stereo; nei mitici anni ottanta.
RIP. GEORGE MICHAEL.

Am 

venerdì 23 dicembre 2016

Un'altra allegra serata !!

( da sinistra a destra: Io, dietro il Don, a destra: Claudio dietro Teo ) 
Però che brutti ceffi hahahhahhaha.
Sono le 23:30 ma non ci fermiamo a sparare cazzate, ridere scherzare!

Am

sabato 17 dicembre 2016

I Colori della Notte.


Era qualche settimana che non vedevo l'amico Giovanni, questa sera ci siamo finalmente rivisti. Appuntamento per mangiarci un bel panino ( Salamella, Cipolle di Tropea, sottiletta, pancetta ) e per parlare un po' della nostra vita, tutto va avanti bene. Una birra, due battute e la nottata è volata, sulla strada del ritorno ho scattato questa foto che l'ho intitolata: I Colori della Notte.
Spero sia di vostro gradimento.

Am

venerdì 16 dicembre 2016

Si va al MED a bere una cosa ? Sophie Ellis-Bextor - Murder On The Dance Floor


( In foto Leo )
Alla ricerca del tempo perduto ( À la recherche du temps perdu) è un romanzo di Marcel Proust scritto tra il 1909 e il 1922 e pubblicato nell'arco di quattordici anni, tra il 1913 e il 1927, gli ultimi tre volumi postumi. In particolare nel primo motivo editoriale intitolato: Dalla parte di Swann (1913), l’autore cita una torta la Madeleine ed assaggiando il gusto del dolce riaffiorano ricordi, emozioni passate.
Se volete il mio post odierno per certi versi ricorda questo libro poiché riascoltando questa canzone di Sophie Ellis-Bextor , la mia “ mente è volata “ al 2000- 2001 quando con gli amici: Fabio, Giovanni, Leo, Graziano si andava a “ bere una cosa “ ( uso lo slang di quel periodo ) al Med , da noi soprannominato, ma il vero nome era Mediterraneo in disco pub sito a Casalpusterlengo ( LO ).

( in foto da sinistra Graziano, Io e Fabio ) 
In parole povere, questo disco pub era il pre-discoteca, si andava lì a bere una birra o una coca e poi si “ volava verso altri nidi “ vuoi il River Club di Soncino ( CR ) o la Discoteca XO’ di Cappella Cantone ( CR ).
Noi, si optava sempre per la seconda scelta , giacché c’erano ragazzi, ma sopratutto ragazze della nostra età. Al Mad, si cercava di “ broccolare “ qualche tipa, con modi goffi e spesso molto ironici. Come non citare l’amico Giovanni quando conobbe una vigilessa del lodigiano , con fratello al seguito; vero “ mastino napoletano “ che con gli occhi scrutava giovanotti pronti a conoscere la sorella..

Oppure, quando Gio’ e Leo conobbero l’infermiera con amica al seguito che noi bonariamente avevamo definito Pitbull perché era solita a brontolare.

Anni Grandiosi, chiamateli come volete, o semplicemente si era più giovani ed oggi da uomini maturi, guardiamo con molta nostalgia quel periodo,  un po’ per i rimpianti,  un po’ per tristezza.

( In foto a sinistra Io con Gio' )

Sophie Ellis-Bextor - Murder On The Dance Floor ( Testo tradotto in Italiano )

C'è un omicidio sulla pista da ballo ma faresti meglio a non uccidere il divertimento Dj, brucia questo maledetto pubblico, bravo
Oh, lo so, lo so, lo so, lo so, lo so, lo so come sei fatto e così, e così, e così, e così, e così, e così io dovrò suonare
se pensi di andartene ti dimostrerò che ti stai sbagliando ti porterò per tutta la strada Ragazzo, vieni con me ascoltami quando ti dico hey
C'è un omicidio sulla pista da ballo ma faresti meglio a non uccidere il divertimento hey, hey, c'è un omicidio sulla pista da ballo faresti meglio a non rubare i movimenti Dj, brucia questo maledetto pubblico, bravo
Oh, lo so, lo so, lo so, lo so, lo so, lo so ce ne possono essere altri e così, e così, e così, e così, e così, e così puoi solo pregare
se pensi di andartene ti dimostrerò che ti stai sbagliando ti porterò per tutta la strada aspetta un'altra canzone ti farò volare via Hey
C'è un omicidio sulla pista da ballo farai meglio a non uccidere il divertimento hey, hey c'è un omicidio sulla pista da ballo faresti meglio a non rubare i movimenti
Dj, fai in modo di far ballare questo pubblico C'è un omicidio sulla pista da ballo farai meglio a non uccidere il divertimento hey, hey c'è un omicidio sulla pista da ballo faresti meglio a non rubare i movimenti Dj, brucia questo maledetto pubblico, bravo
se pensi di andartene ti dimostrerò che ti stai sbagliando ti porterò via Ragazzo, vieni con me ascoltami quando ti dico hey
C'è un omicidio sulla pista da ballo farai meglio a non uccidere il divertimento c'è un omicidio sulla pista da ballo faresti meglio a non rubare i movimenti Dj, brucia questo maledetto pubblico, bravo (3x) lo so, lo so, lo so, lo so, lo so, lo so.

( La traduzione del testo è stata trovata a questo LINK )

PS= Per ricordare qui anni mitici, ho messo alcune nostre foto risalenti però al 2004-2005 ( Qui eravamo al Ristorante Pennini " Il Magnifico " )

Am

giovedì 15 dicembre 2016

Passeggiando nella nebbia.

( 05:00 La stazione )
È un paio di giorni… 

Causa guasto macchina mi sveglio all'alba e vado al lavoro in treno. La tratta non è delle più agevoli un cambio a Pavia ed ho " un buco " di 30 minuti per la coincidenza. Però vi dirò lo svegliarsi alla 05:00 e andare in stazione a piedi non mi dispiace affatto anche perché camminare nella nebbia , ascoltando rumori, suoni che solo l'alba ci sa donare rende tutto unico, quasi magico . Riaffiorano i ricordi del passato quando percorrevo i binari per prendere il treno che mi portava a scuola, alle superiori e nella nebbia più fitta, apparivano: volti, ricordi , amori… persi nella memoria. A 20 anni, per esempio conobbi Cristina , una ragazza che mi piaceva tanto, l'amore è sempre bello anche se è rimasto solo platonico, la “ giovane donzzella “ alla mia dichiarazione, non mi trattò bene, anzi mi rispose in maniera molto grezza e scontrosa.. Quei tempi, ci rimasi male, oggi solo dettagli poiché nell’amore non mi aspetto più nulla, infatti non ho più fiducia, non ho più speranze; solo circostanze Anche quest’oggi, camminando nel mezzo della nebbia più fitta ho provato quelle sensazione , alcune sagome, alcuni volti lontani nella nebbia, ognuno con una storia, una vita, un amore… Pochi minuti ed ecco, il suono di un campanello è il treno che sbuca dalla nebbia, un'altra stazione , un'altra giornata che sta per cominciare .

Am.

domenica 11 dicembre 2016

SI SBAGLIA PERCHE' NON SI E' PERFETTI !


Enr, ti volevo solo dire

" Si sbaglia sempre. Si sbaglia per rabbia, per amore, per gelosia. Si sbaglia per imparare. Imparare a non ripetere mai certi sbagli. Si sbaglia per poter chiedere scusa, per poter ammettere di aver sbagliato. Si sbaglia per crescere e per maturare. Si sbaglia perché non si è perfetti. 
( Cit. Bob Marley )

Se tu pensi che io, abbia sbagliato, ne possiamo parlare... 
Perché ti Ripeto:

Un abbraccio grande !

Am

PS = So che non lo leggerai mai, cmq è un modo x dirtelo! 

sabato 10 dicembre 2016

Foto nella nebbia: Le vecchie Rotaie della Stazione di Piacenza





Piacenza, 09.12.2016,

Oggi pomeriggio, come si suol dire ho colto l'occasione di " Prendere due piccioni con una fava " mattinata presso il centro fieristico e pomeriggio a fare qualche scatto " metropolitano " , su Instagram mi definisco un fotografo Urban-Street , nel senso che spesso mi piace fotografare, luoghi metropolitani nascosti; oggi sono incappato nella zona della vecchia ferrovia di Piacenza ( presumo attiva dagli anni '30 fino agli anni '60. ) .

Gli scatti da me eseguiti, sono stato volontariamente modificati in retrostyle poiché alla foto dona quell'aria " Pasoliniana ", ricorderete tutti Uccellacci e Uccellini ? Magistralmente interpretato da Toto' e Ninetto Davoli, i due attori percorrevano chilometri a piede lungo le strade di borgata, sempre più impolverate dai cantieri che nascevano e che " in cementavano " quei luoghi simbolo del " Cinema di Pasolini " .

Passeggiando, lungo le vecchie rotaie, non si può non respirare quell'aria che spesso si nota nelle pellicole del grande cineasta friulano. La desolazione di queste rotaie, un tempo simbolo per la nostra città, oggi immerse nei capannoni delle fabbriche , del degrado della periferia perse nella nebbia d'autunno.

Am

mercoledì 7 dicembre 2016

Un momento, un ricordo la cena del 7 dicembre 2013

( In foto da sinistra io, il Don e Claudio )
7 dicembre 2013,
in quei anni eravamo molto spensierati, ma si sa la vita non è sempre rosa e fiori, un po' per tutti.
Passate una bella Festa dell'Immacolata Concezione e chi fa il " ponte " un buon weekend lungo.
Io, domani sarò come sempre al lavoro.

Buona serata.

Am

martedì 6 dicembre 2016